60 CFU logo

Le Ultime News dal Mondo Scuola

Nuovi percorsi abilitanti 60 CFU Unipd

percorsi abilitanti 60 CFU Unipd

Per accedere all’ambito dell’istruzione, è necessario seguire una chiara via di formazione. Gli individui che desiderano intraprendere la carriera di insegnanti devono completare percorsi abilitanti 60 CFU Unipd.

Tale università si impegna a seguire le disposizioni legali italiane per il reclutamento di nuovi insegnanti. Ciò facendo riferimento al DPCM 60 CFU.

Il decreto del 25 settembre 2023, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 224, valutare le basi formative essenziali per la preparazione dei futuri docenti. Per la precisione, di coloro che andranno a operare nelle scuole secondarie di I e II grado.

Tuttavia, le informazioni rilevanti non si esauriscono qui. Gli aspiranti insegnanti devono anche considerare le Linee guida ANVUR.

Queste ultime sono strettamente collegate all’accreditamento iniziale dei programmi abilitanti per gli anni accademici 2023-2024 e 2024-2025.

Come si svolgono i percorsi abilitanti 60 CFU Unipd?

Per chiunque desideri intraprendere i percorsi abilitanti 60 CFU Unipd, è fondamentale averne una chiara comprensione. Il MIM ha stabilito in modo inequivocabile le tappe che richiedono impegno e dedizione.

Il processo di reclutamento si sviluppa come segue:

  • percorso universitario e accademico abilitante. La prima fase implica il completamento di un percorso formativo iniziale presso un istituto universitario o accademico riconosciuto. Durante questa fase, è necessario acquisire almeno 60 Crediti Formativi Universitari (CFU) o Crediti Formativi Accademici (CFA);
  • concorso pubblico nazionale. Una volta ottenuti i 60 CFU/CFA, i candidati devono partecipare a un concorso pubblico nazionale. È importante sottolineare che l’organizzazione di questo concorso può variare a livello regionale o interregionale, a seconda delle normative locali vigenti;
  • periodo di prova in servizio. Coloro che superano il concorso diventano aspiranti docenti e iniziano un periodo di prova in servizio della durata di un anno. Questo periodo è caratterizzato da un test finale e da una valutazione conclusiva.

Seguire attentamente questi passaggi è fondamentale per ottenere l’abilitazione necessaria per intraprendere una carriera nell’insegnamento.

Titoli di accesso

I percorsi abilitanti 60 CFU Unipd sono soggetti a rigorose regolamentazioni. Le direttive stabilizzano i criteri di accesso alla formazione iniziale in questione.

È importante notare che tali norme possono variare in base al profilo e alle caratteristiche dei partecipanti. Di conseguenza, nella seguente tabella sono elencati in dettaglio i requisiti di ammissione specifici.

Percorso CFUDestinatariRequisiti
60 CFULaureati
60 CFUITPDiploma fino al 31 dicembre 2024. Dal 1° gennaio 2025: laurea
60 CFUStudenti in corsi di studio per insegnantiAcquisizione di almeno 180 CFU

Competenze percorsi abilitanti 60 CFU Unipd

Le persone interessate ai percorsi abilitanti 60 CFU Unipd devono sviluppare competenze culturali specifiche. 

Sono stati progettati con l’obiettivo di arricchire la formazione della prossima generazione di insegnanti in Italia.

È importante sottolineare quanto sia stato stabilito nel Decreto-Legge n. 36 del 30 aprile 2022 in questo contesto. Questo decreto ha sancito l’obbligo per i futuri insegnanti di acquisire:

  • le competenze culturali, disciplinari, pedagogiche, psicopedagogiche, didattiche e metodologiche, specie quelle dell’inclusione e della partecipazione degli studenti, rispetto ai nuclei basilari dei saperi e ai traguardi di competenza fissati per gli studenti;
  • le competenze proprie della professione di docente, in particolare pedagogiche, psicopedagogiche, relazionali, orientative, valutative, organizzative, didattiche e tecnologiche, integrate in modo equilibrato con i saperi disciplinari nonché con le competenze giuridiche, in specie relative alla legislazione scolastica;
  • la capacità di progettare, anche tramite attività di programmazione di gruppo e tutoraggio tra pari, percorsi didattici flessibili e adeguati alle capacità e ai talenti degli studenti da promuovere nel contesto scolastico, in sinergia con il territorio e la comunità educante, al fine di favorire l’apprendimento critico e consapevole, l’orientamento, nonché l’acquisizione delle competenze trasversali da parte degli studenti, tenendo conto delle soggettività e dei bisogni educativi specifici di ciascuno di essi;
  • la capacità di svolgere con consapevolezza i compiti connessi con la funzione di docente e con l’organizzazione scolastica e la deontologia professionale.

60 CFU: le attività formative

Gli itinerari formativi da 60 CFU offerti dall’Università degli Studi di Padova risultano essenziali. Affinché il processo di formazione risulti davvero efficace, è indispensabile tenere in considerazione una serie di fattori di cruciale importanza.

A tal proposito, il Ministero ha emanato un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 4 agosto 2023. Qui vengono dettagliate le diverse attività formative che i candidati devono completare.

Attività formativeCFU/CFA
Discipline di area pedagogica10
Tirocinio diretto e indiretto20
Formazione inclusiva delle persone con BES3
Disciplina di area linguistico-digitale3
Disciplina psico-socio-antropologiche4
Metodologie didattiche: introduzione ai modelli di mediazione didattica per la secondaria2
Didattiche delle discipline e metodologie delle discipline di riferimento (delle classi di concorso)16
Discipline relative all’acquisizione di competenze nell’ambito della legislazione scolastica2

L’Università degli Studi di Padova

L’Università degli Studi di Padova si impegna attivamente a contribuire alla progettazione di programmi formativi per educatori. A tal fine, i potenziali candidati possono fare affidamento sulla prossima offerta di percorsi abilitanti 60 CFU Unipd.

Al momento, tuttavia, non sono ancora disponibili informazioni concrete sull’effettivo avvio di tali programmi. Nonostante questa incertezza, l’istituzione universitaria ha creato una pagina web dedicata. Qui, coloro che sono interessati possono trovare aggiornamenti e rimanere informati sull’argomento.

SCARICA il PDF del DPCM 60 CFU (Gazzetta Ufficiale n. 224 del 25 settembre 2023)

Condividi Articolo

Articoli Consigliati

Entro i mesi di novembre/dicembre del 2024, i percorsi abilitanti per docenti di scuola secondaria che termineranno sono di tre tipi
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti docenti secondaria: quando termineranno i primi?

Il PNRR, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ha previsto un secondo Concorso docenti atteso per i mesi di Novembre/Dicembre del 2024. Ne consegue che, con molta probabilità, i suddetti mesi saranno gli stessi in cui termineranno i primi percorsi abilitanti per i docenti di scuola secondaria.  Docenti abilitati con

Leggi l'Articolo
L’assegnazione provvisoria, al termine dei percorsi abilitanti, può essere richiesta dai docenti di ruolo dall’anno scolastico precedente.
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti: a chi è concessa l’assegnazione provvisoria

La Riforma Bianchi, legge n. 79 del 29 giugno 2022 (conversione in legge – con modificazioni – del decreto n. 36 del 30 aprile 2022) ha introdotto un nuovo metodo di reclutamento del personale docente: i percorsi abilitanti. Scopriremo, nel corso dell’articolo, quali sono i casi in cui è contemplata

Leggi l'Articolo
un'aspirante docente poco prima di parteciapre ad un percorso formativo
60 CFU
Giuseppe Montone

60 CFU e TFA Sostegno: domande frequenti | FAQ | 60 CFU

L’implementazione dei percorsi universitari e accademici per la formazione iniziale, necessaria per l’abilitazione degli aspiranti insegnanti di posto comune (inclusi gli insegnanti tecnico-pratici, ITP) nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, ha completamente trasformato il processo di reclutamento degli insegnanti. Il provvedimento, entrato in vigore nel 2022 continua, tuttavia,

Leggi l'Articolo
aspiranti docenti durante una lezione dei percorsi abilitanti da 36 CFU/CFA
60 CFU
Giuseppe Montone

Percorsi abilitanti 36 CFU

Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha definito i dettagli operativi per l’attivazione dei nuovi percorsi abilitanti per docenti, articolati in moduli da 60, 30 e 36 CFU/CFA. Queste misure, introdotte con la legge n. 79 del 29 giugno 2022 mirano a riformare il sistema di formazione e reclutamento degli

Leggi l'Articolo
Il DPCM 4 agosto 2023 ha fissato un tetto massimo per i costi dei percorsi abilitanti.
60 CFU
Rosalia Cimino

I costi dei percorsi abilitanti

In partenza i percorsi abilitanti per i docenti. L’attesa è terminata con la pubblicazione del Decreto numero 621, emanato dal Ministero dell’Università e della Ricerca il 22 aprile 2024, che regola l’inizio dei corsi di formazione iniziale per i futuri insegnanti. Scopriamo quali sono i costi dei percorsi abilitanti. Quanto

Leggi l'Articolo
In partenza i percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: le pagine delle Università iniziano ad essere aggiornate, nell’attesa dei relativi bandi.
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: ecco le pagine delle Università

In partenza i percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: le pagine delle Università iniziano ad essere aggiornate, nell’attesa dei relativi bandi. In merito, ricordiamo che il Presidente del Consiglio dei Ministri, con proprio decreto del 4 agosto 2023, ha definito le nuove modalità per la formazione iniziale dei docenti

Leggi l'Articolo