60 CFU logo

Le Ultime News dal Mondo Scuola

60 CFU. Tutto quello che c’è da sapere

60 CFU. Tutto quello che c’è da sapere

Negli articoli 44-47 del Capo VIII, nella sezione Istruzione, il decreto legge n. 36 del 30 aprile 2022, è prevista l’istituzione di percorsi universitari/accademici abilitanti di formazione iniziale e prova finale che prevedono 60 CFU/CFA. Il provvedimento (maxi decreto del PNRR) è stato approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 21 aprile, e continua a far discutere. Con, in particolare, i sindacati sul piede di guerra, come dimostra lo sciopero dello scorso 30 maggio. Ma vediamo di capire cosa sono i 60 CFU, quali sono, chi deve prenderli e come acquisirli.

Cosa sono i 60 CFU?

I 60 CFU sono dei Crediti formativi universitari nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche e linguistiche. In pratica, dei veri e propri percorsi universitari/accademici abilitanti di formazione iniziale. Nello specifico, è previsto un tirocinio diretto presso le scuole ed uno indiretto per un impegno di almeno 20 CFU. Tuttavia, maggiori dettagli al riguardo saranno definiti in un Decreto del Presidente del Consiglio da emanare entro il 31 luglio 2022. Ad ogni modo, si tratta di crediti aggiuntivi rispetto a quelli necessari per il conseguimento della laurea triennale e magistrale.

Chi eroga i percorsi formativi dei 60 CFU/CFA?

Al riguardo, l’articolo 44 del decreto 36/2022 stabilisce:

  • Il percorso universitario e accademico di formazione iniziale è organizzato ed è impartito dalle università. Ovvero dalle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica attraverso centri individuati dalle istituzioni della formazione superiore. Anche in forma aggregata, nell’ambito della rispettiva autonomia statutaria e regolamentare. 

Quando si può accedere ai percorsi formativi dei 60 CFU/CFA?

Abbiamo visto cosa sono i 60 CFU e chi eroga i relativi percorsi formativi. Ma è altrettanto importante capire quando è possibile accedervi. E anche in questo caso è utile rifarsi alle disposizioni dell’articolo 44 del decreto 36/2022:

  • Si può accedere all’offerta formativa dei centri universitari e accademici di formazione iniziale dei docenti anche durante i percorsi di laurea triennale e magistrale o della laurea magistrale a ciclo unico. Secondo i margini di flessibilità dei relativi piani di studio. Nel caso di cui al primo periodo, i crediti formativi universitari o accademici di formazione iniziale per l’insegnamento sono aggiuntivi rispetto a quelli necessari per il conseguimento della laurea triennale e della laurea magistrale o della laurea magistrale a ciclo unico. 

Ad ogni modo, è possibile accedervi anche dopo la laurea. 

60 CFU: quanti posti saranno disponibili? 

Contrariamente a quanto accadeva per i 24 CFU, il nuovo percorso di formazione iniziale sarà a numero chiuso. Il numero dei posti disponibili dovrebbe, infatti, essere legato al fabbisogno stimato di docenti per il sistema nazionale di istruzione nel triennio successivo. Sia per tipologia di posto, che per classe di concorso. Stando a quanto previsto dal decreto stesso, del resto, l’obiettivo è quello di abilitare un numero di docenti tale da garantire la selettività delle procedure concorsuali. Ma anche di fare in modo che il numero degli abilitati sia tale da poter essere assorbito dal sistema nazionale di istruzione.

Cosa prevede la prova finale del percorso abilitante? 

Agli aspiranti docenti che completano il percorso formativo iniziale dei 60 CFU/CFA è, quindi, richiesto il superamento di un esame finale. Nello specifico, una prova scritta ed una simulazione di lezione. Conseguita l’abilitazione, l’aspirante docente potrà partecipare ai concorsi semplificati annuali. E, una volta ottenuta una cattedra, dopo il classico anno di prova, passare di ruolo. 

A chi spettano gli oneri dei corsi?

Gli oneri  relativi ai percorsi universitari/accademici abilitanti di formazione iniziale previsti nell’ambito dei 60 CFU/CFA sono interamente a carico dei partecipanti.

Condividi Articolo

Articoli Consigliati

Entro i mesi di novembre/dicembre del 2024, i percorsi abilitanti per docenti di scuola secondaria che termineranno sono di tre tipi
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti docenti secondaria: quando termineranno i primi?

Il PNRR, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ha previsto un secondo Concorso docenti atteso per i mesi di Novembre/Dicembre del 2024. Ne consegue che, con molta probabilità, i suddetti mesi saranno gli stessi in cui termineranno i primi percorsi abilitanti per i docenti di scuola secondaria.  Docenti abilitati con

Leggi l'Articolo
L’assegnazione provvisoria, al termine dei percorsi abilitanti, può essere richiesta dai docenti di ruolo dall’anno scolastico precedente.
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti: a chi è concessa l’assegnazione provvisoria

La Riforma Bianchi, legge n. 79 del 29 giugno 2022 (conversione in legge – con modificazioni – del decreto n. 36 del 30 aprile 2022) ha introdotto un nuovo metodo di reclutamento del personale docente: i percorsi abilitanti. Scopriremo, nel corso dell’articolo, quali sono i casi in cui è contemplata

Leggi l'Articolo
un'aspirante docente poco prima di parteciapre ad un percorso formativo
60 CFU
Giuseppe Montone

60 CFU e TFA Sostegno: domande frequenti | FAQ | 60 CFU

L’implementazione dei percorsi universitari e accademici per la formazione iniziale, necessaria per l’abilitazione degli aspiranti insegnanti di posto comune (inclusi gli insegnanti tecnico-pratici, ITP) nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, ha completamente trasformato il processo di reclutamento degli insegnanti. Il provvedimento, entrato in vigore nel 2022 continua, tuttavia,

Leggi l'Articolo
aspiranti docenti durante una lezione dei percorsi abilitanti da 36 CFU/CFA
60 CFU
Giuseppe Montone

Percorsi abilitanti 36 CFU

Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha definito i dettagli operativi per l’attivazione dei nuovi percorsi abilitanti per docenti, articolati in moduli da 60, 30 e 36 CFU/CFA. Queste misure, introdotte con la legge n. 79 del 29 giugno 2022 mirano a riformare il sistema di formazione e reclutamento degli

Leggi l'Articolo
Il DPCM 4 agosto 2023 ha fissato un tetto massimo per i costi dei percorsi abilitanti.
60 CFU
Rosalia Cimino

I costi dei percorsi abilitanti

In partenza i percorsi abilitanti per i docenti. L’attesa è terminata con la pubblicazione del Decreto numero 621, emanato dal Ministero dell’Università e della Ricerca il 22 aprile 2024, che regola l’inizio dei corsi di formazione iniziale per i futuri insegnanti. Scopriamo quali sono i costi dei percorsi abilitanti. Quanto

Leggi l'Articolo
In partenza i percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: le pagine delle Università iniziano ad essere aggiornate, nell’attesa dei relativi bandi.
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: ecco le pagine delle Università

In partenza i percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: le pagine delle Università iniziano ad essere aggiornate, nell’attesa dei relativi bandi. In merito, ricordiamo che il Presidente del Consiglio dei Ministri, con proprio decreto del 4 agosto 2023, ha definito le nuove modalità per la formazione iniziale dei docenti

Leggi l'Articolo