60 CFU logo

Le Ultime News dal Mondo Scuola

Riforma reclutamento, in arrivo la revisione e l’aggiornamento delle classi di concorso

riforma reclutamento docenti

Con la legge 79/2022 finalmente pubblicata in Gazzetta Ufficiale cambia definitivamente il modo di formare e, soprattutto, di selezionare i docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado. Prevista anche una revisione ed un aggiornamento per le classi di concorso.

Viene istituito un percorso abilitante di 60 CFU  che sarà gestito dalle Università e si baserà sul fabbisogno effettivo di cattedre vuote. La prova finale comprenderà una prova scritta e una simulazione di lezione.

Percorso di formazione per accedere all’insegnamento

Sarà l’unico modo per consentire agli aspiranti di conseguire l’abilitazione.

L’abilitazione darà modo di accedere ai concorsi a cattedra che hanno già subito una riformulazione. Infatti, si è deciso di cancellare i quiz a risposta multipla a favore delle tanto compiante domande a risposte aperte

Il percorso per l’insegnamento è, quindi, così strutturato:

  • laurea magistrale o triennale per gli ITP + percorso abilitante da 60 CFU + concorso + anno di prova in servizio con test finale e prova conclusiva.

Fase transitoria 

I 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e metodologie didattiche non si perderanno, purché saranno acquisiti entro il 31 ottobre 2022. 

Fino al 31 dicembre 2024 i candidati potranno possedere i famigerati 30 o 24 CFU e potranno integrare i restanti anche dopo aver superato il concorso a cattedra. Si tratta di una fase di transizione fino all’entrata a pieno regime del nuovo sistema prevista tra il 2025 e il 2026.

I concorsi saranno annuali con prova scritta a risposta aperta e le graduatorie saranno miste fra abilitati e non abilitati.

Revisione e aggiornamento per le singole classi di concorso

In arrivo ci sono anche cambiamenti per le singole classi di concorso, entro un anno saranno revisionate con razionalizzazione e accorpamento.

Entro un anno dall’entrata in vigore del provvedimento, con uno o più decreti, il Ministro dell’Istruzione in collaborazione con il Ministro dell’Università e della Ricerca, provvederanno alla revisione e all’aggiornamento della tipologia delle classi di concorso.

É prevista la razionalizzazione e l’accorpamento delle classi di concorso stesse, al fine di promuovere l’interdisciplinarietà e la multidisciplinarietà del profili professionali innovativi. 

Inoltre, per poter garantire una maggiore copertura per quanto riguarda le classi di concorso A-26 Matematica e A-28 Matematica e Scienze, i requisiti d’accesso delle stesse potranno essere integrati con decreto del Ministro dell’istruzione, in accordo con il Ministro dell’Università e della Ricerca, da adottare entro il 31 luglio 2022.

Condividi Articolo

Articoli Consigliati

Entro i mesi di novembre/dicembre del 2024, i percorsi abilitanti per docenti di scuola secondaria che termineranno sono di tre tipi
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti docenti secondaria: quando termineranno i primi?

Il PNRR, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ha previsto un secondo Concorso docenti atteso per i mesi di Novembre/Dicembre del 2024. Ne consegue che, con molta probabilità, i suddetti mesi saranno gli stessi in cui termineranno i primi percorsi abilitanti per i docenti di scuola secondaria.  Docenti abilitati con

Leggi l'Articolo
L’assegnazione provvisoria, al termine dei percorsi abilitanti, può essere richiesta dai docenti di ruolo dall’anno scolastico precedente.
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti: a chi è concessa l’assegnazione provvisoria

La Riforma Bianchi, legge n. 79 del 29 giugno 2022 (conversione in legge – con modificazioni – del decreto n. 36 del 30 aprile 2022) ha introdotto un nuovo metodo di reclutamento del personale docente: i percorsi abilitanti. Scopriremo, nel corso dell’articolo, quali sono i casi in cui è contemplata

Leggi l'Articolo
un'aspirante docente poco prima di parteciapre ad un percorso formativo
60 CFU
Giuseppe Montone

60 CFU e TFA Sostegno: domande frequenti | FAQ | 60 CFU

L’implementazione dei percorsi universitari e accademici per la formazione iniziale, necessaria per l’abilitazione degli aspiranti insegnanti di posto comune (inclusi gli insegnanti tecnico-pratici, ITP) nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, ha completamente trasformato il processo di reclutamento degli insegnanti. Il provvedimento, entrato in vigore nel 2022 continua, tuttavia,

Leggi l'Articolo
aspiranti docenti durante una lezione dei percorsi abilitanti da 36 CFU/CFA
60 CFU
Giuseppe Montone

Percorsi abilitanti 36 CFU

Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha definito i dettagli operativi per l’attivazione dei nuovi percorsi abilitanti per docenti, articolati in moduli da 60, 30 e 36 CFU/CFA. Queste misure, introdotte con la legge n. 79 del 29 giugno 2022 mirano a riformare il sistema di formazione e reclutamento degli

Leggi l'Articolo
Il DPCM 4 agosto 2023 ha fissato un tetto massimo per i costi dei percorsi abilitanti.
60 CFU
Rosalia Cimino

I costi dei percorsi abilitanti

In partenza i percorsi abilitanti per i docenti. L’attesa è terminata con la pubblicazione del Decreto numero 621, emanato dal Ministero dell’Università e della Ricerca il 22 aprile 2024, che regola l’inizio dei corsi di formazione iniziale per i futuri insegnanti. Scopriamo quali sono i costi dei percorsi abilitanti. Quanto

Leggi l'Articolo
In partenza i percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: le pagine delle Università iniziano ad essere aggiornate, nell’attesa dei relativi bandi.
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: ecco le pagine delle Università

In partenza i percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: le pagine delle Università iniziano ad essere aggiornate, nell’attesa dei relativi bandi. In merito, ricordiamo che il Presidente del Consiglio dei Ministri, con proprio decreto del 4 agosto 2023, ha definito le nuove modalità per la formazione iniziale dei docenti

Leggi l'Articolo