60 CFU logo

Le Ultime News dal Mondo Scuola

Aggiornamento GPS, punteggio percorsi abilitanti

insegnante in classe

La pubblicazione del bando per l’aggiornamento delle Graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) si avvicina. Parallelamente, il Ministero dell’Università e della Ricerca sta definendo i criteri di accreditamento per i nuovi percorsi formativi abilitanti per gli insegnanti di scuola secondaria. Con questi ultimi che incideranno sicuramente in termini di punteggio proprio sulle Graduatorie GPS. 

I percorsi abilitanti, introdotti con l’ultima riforma del sistema di formazione e reclutamento del personale docente, comprendono moduli da 30, 36 e 60 crediti formativi universitari (CFU) e sono essenziali per l’acquisizione dell’abilitazione all’insegnamento.

E gli aspiranti docenti attendono con grande interesse i dettagli su come questi percorsi influenzeranno il posizionamento nelle GPS di prima fascia, dedicate a coloro che hanno già conseguito l’abilitazione. Del resto, queste graduatorie giocano un ruolo chiave nel processo di assegnazione delle supplenze. 

L’implementazione di tali percorsi porterà, infatti, a un aggiornamento dei criteri di attribuzione dei punteggi. Incidendo direttamente sulle possibilità di impiego degli insegnanti nel sistema scolastico secondario.

Aggiornamento GPS, punteggio percorsi abilitanti

Dopo la presentazione della bozza di ordinanza ministeriale per l’aggiornamento delle Graduatorie GPS ai sindacati, è ormai certo che i percorsi abilitanti avranno un impatto sostanziale nella valutazione dei titoli degli aspiranti insegnanti.

La diversità in durata e contenuto di questi percorsi presuppone una revisione del meccanismo di assegnazione dei punteggi all’interno delle graduatorie. Incidendo direttamente sulle prospettive di coloro che aspirano a inserirsi nel contesto educativo.

La normativa attuale già contempla una differenziazione nel punteggio in base al percorso formativo seguito, premiando l’investimento e l’unicità dell’iter compiuto dagli educatori.

Graduatorie GPS 2024: punteggio abilitazione

Nell’ordinanza ministeriale n. 112 del 06.05.2022 (che ha disciplinato l’ultimo aggiornamento GPS), la tabella A.3 attribuiva il seguente punteggio al titolo di accesso (abilitazione):

  • da 60 a 65 = 4 punti
  • da 66 a 70 = 5 punti
  • da 71 a 75 = 6 punti
  • da 76 a 80 = 7 punti
  • da 81 a 85 = 8 punti
  • da 86 a 90 = 9 punti
  • da 91 a 95 = 11 punti
  • da 96 a 100 = 12 punti

Era, inoltre, previsto anche un ulteriore punteggio integrativo legato alla tipologia di percorso abilitante completato:

  • per l’abilitazione conseguita presso le SSIS, i corsi biennali COBASLID e BIFORDOC e per le abilitazioni sulle classi di concorso A-30 e A-29 conseguite attraverso il Diploma di didattica della musica: ulteriori  54 punti;
  • per l’abilitazione conseguita attraverso la frequenza dei soli percorsi, a numero programmato, di Tirocinio Formativo Attivo ai sensi dell’art. 15, comma 1 e comma 17, del DM 249/2010: ulteriori 42 punti;
  • per l’abilitazione conseguita attraverso i percorsi formativi di cui all’art. 3, comma 3, del DM 249/2010: ulteriori 66 punti;
  • per l’abilitazione conseguita attraverso percorsi di abilitazione speciale ex articolo 15, comma 1-bis del DM 249/2010, sono attribuiti, in ragione della durata annuale del percorso: ulteriori 12 punti.

Nessun ulteriore punteggio era, invece, stabilito per i concorsi abilitanti e per i nuovi percorsi formativi universitari abilitanti.

La bozza dell’OM per l’aggiornamento delle Graduatorie GPS 2024

La bozza dell’ordinanza ministeriale che disciplinerà l’aggiornamento delle Graduatorie GPS 2024 è stata illustrata ai sindacati lo scorso 6 febbraio. In termini di punteggio, al di là di quello che abbiamo già detto, la stessa prevede:

  • ulteriori 24 punti per l’abilitazione conseguita attraverso il superamento di un concorso ordinario, sono attribuiti ulteriori;
  • ulteriori 24 punti per l’abilitazione conseguita attraverso il superamento del concorso straordinario di cui al decreto dipartimentale n. 510 del 2020, congiunto al possesso del requisito di servizio di cui all’articolo 1, comma 9, lettera g), del decreto-legge 29 ottobre 2019, n. 126, convertito dalla legge 20 dicembre 2019, n. 159;
  • ulteriori 24 punti per l’abilitazione conseguita attraverso la frequenza del percorso universitario e accademico di formazione iniziale di 60 CFU, di cui all’art. 2-bis del decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 59;
  • ulteriori 12 punti per l’abilitazione conseguita attraverso la frequenza del percorso universitario e accademico di formazione iniziale di 30 CFU, di cui all’art. 13, comma 2, e all’art. 2-bis, all’art. 2-ter comma 4 e all’articolo 2-ter comma 4 bis, del decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 59;
  • ulteriori 14 punti per l’abilitazione conseguita attraverso la frequenza del percorso universitario e accademico di formazione iniziale di almeno 36 CFU, di cui all’art. 18-bis, comma 4, del decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 59.

È importante notare che, nel suo parere, il CSPI (Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione) ha raccomandato una revisione della tabella, proponendo di assegnare lo stesso punteggio previsto per il completamento di un percorso da 60 CFU anche a coloro che, già in possesso di 24 CFU entro il 31 ottobre 2022, conseguano successivamente gli ulteriori 36 CFU necessari per il percorso abilitante.

Esempi di punteggio dei percorsi abilitanti (I fascia GPS 2024)

Ora esamineremo i punteggi che saranno assegnati ai futuri insegnanti che saranno inclusi nella prima fascia delle Graduatorie GPS 2024. Ovviamente, essendo ancora in fase di bozza, le tabelle di valutazione dei titoli allegati all’ordinanza ministeriale potrebbero subire delle modifiche.

Percorso abilitante da 60 CFU:

  • punteggio titolo di accesso (massimo 12 punti) + 24 punti

Percorso abilitante da 30 CFU:

Il CSPI ha individuato un errore di riferimento normativo e ha richiesto una correzione in merito. Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione ritiene che il punteggio aggiuntivo previsto per il completamento di un percorso da 30 CFU debba essere riconosciuto sia ai docenti con almeno 3 anni di servizio che a quelli già abilitati o specializzati.

  • punteggio titolo di accesso (massimo 12 punti) + 12 punti

Percorso abilitante da 36 CFU:

Come precedentemente menzionato, il CSPI ha sollecitato l’assegnazione dello stesso punteggio previsto per il completamento di un percorso da 60 CFU anche a coloro che, già in possesso di 24 CFU entro il 31 ottobre 2022, completeranno successivamente gli ulteriori 36 CFU del percorso abilitante.

  • punteggio titolo di accesso (massimo 12 punti) + 14 punti

Percorsi abilitanti e I fascia GPS Sostegno

I punteggi precedentemente esaminati sono applicabili anche per la I fascia GPS Sostegno, come indicato nella voce B.1 dell’allegato A\7 delle tabelle di valutazione dei titoli, sia per la scuola secondaria di primo grado che per quella di secondo grado. 

Il conseguimento dell’abilitazione nella specifica materia è considerato un titolo valido anche per la I fascia delle Graduatorie GPS Sostegno

Per esempio, chi ottiene l’abilitazione tramite concorso ordinario su posto comune può ricevere 24 punti, con la possibilità di aggiungerne fino a 12 in base al voto, anche per la I fascia sostegno, analogamente all’abilitazione conseguita tramite percorsi formativi da 60 CFU.

SCARICA LA BOZZA DELL’ORDINANZA MINISTERIALE GPS 2024 

Condividi Articolo

Articoli Consigliati

alcuni aspiranti docenti laureandi prima di partecipare al percorso da 60 CFU
60 CFU
Giuseppe Montone

Percorsi abilitanti da 60 CFU per laureandi con 180 CFU: cosa bisogna sapere?

Con l’attuazione della Riforma della formazione iniziale e continua e del reclutamento dei docenti, introdotta dalla legge n. 79 del 29 giugno 2022, conosciuta anche come Riforma Bianchi, si profilano importanti novità per i percorsi abilitanti.  Dopo l’avvio dei percorsi da 30 CFU/CFA riservati a docenti già abilitati su una

Leggi l'Articolo
un cartoncino con la scritta FAQ intagliata
60 CFU
Giuseppe Montone

MUR: le FAQ dei percorsi abilitanti da 30, 36 e 60 CFU

Attualmente, tra i percorsi abilitanti introdotti dalla Riforma della formazione iniziale e continua e del reclutamento dei docenti (Legge n. 79 del 29 giugno 2022, conversione del decreto n. 36 del 30 aprile 2022) voluta dall’ex Ministro Patrizio Bianchi e confermata dall’attuale Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara, sono

Leggi l'Articolo
aspiranti docenti in un'aula unversitaria per i percorsi abilitanti
60 CFU
Giuseppe Montone

I sindacati chiedono il pieno riconoscimento dei 24 CFU nei percorsi abilitanti da 60 CFU

Le principali sigle sindacali del comparto scuola, FLC CGIL, CISL FSUR, SNALS Confsal e GILDA Unams, hanno sollecitato un chiarimento urgente al Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR) e al Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM) riguardo al riconoscimento dei crediti formativi universitari (CFU) nei nuovi percorsi abilitanti. La richiesta

Leggi l'Articolo
alcuni aspiranti docenti prima di entrare in aula per un percorso abilitante
60 CFU
Giuseppe Montone

30 e 60 CFU, in quante università si può presentare domanda?

Per i percorsi abilitanti da 30 CFU/CFA, riservati ai docenti già abilitati su una classe di concorso o in possesso della specializzazione sul sostegno, non esistono limiti di iscrizione poiché questi corsi possono essere svolti interamente online e sono attualmente gli unici già attivati. Tuttavia, per gli altri percorsi abilitanti,

Leggi l'Articolo