60 CFU logo

Le Ultime News dal Mondo Scuola

Arrivano i percorsi abilitanti 60 CFU Unimi

percorsi abilitanti 60 CFU Unimi

Bisogna mettere in primo piano un’analisi approfondita sulla formazione dei docenti. La questione sta guadagnando sempre più importanza grazie ai percorsi abilitanti 60 CFU Unimi.

Questi programmi formativi si distinguono per il loro pubblico di destinazione. Infatti, DPCM 60 CFU è pensato per gli aspiranti insegnanti delle scuole secondarie di I e II grado.

Il MIM ha deliberato l’implementazione di programmi formativi appositamente strutturati per soddisfare queste esigenze specifiche.

Tuttavia, chiunque sia interessato ad intraprendere questo percorso deve essere ben informato. Un’efficace strategia per acquisire tale conoscenza è quella di consultare le Linee guida ANVUR.

Esse sono utili per ottenere l’accreditamento iniziale dei programmi formativi abilitanti per gli anni accademici 2023-2024 e 2024-2025.

I titoli di accesso

I percorsi abilitanti 60 CFU Unimi sono progettati per la formazione e la qualificazione dei prossimi insegnanti all’interno del contesto educativo italiano. 

Sono attentamente strutturati per preparare i futuri docenti delle scuole secondarie di I e II grado. È importante notare che l’accesso a tali programmi di formazione non è aperto a tutti senza restrizioni.

Il MIM ha stabiliti criteri di ammissione che i candidati devono soddisfare per essere accettati in questi percorsi formativi.

Percorso CFUDestinatariRequisiti
60 CFULaureati
60 CFUITPDiploma fino al 31 dicembre 2024. Dal 1° gennaio 2025: laurea
60 CFUStudenti in corsi di studio per insegnantiAcquisizione di almeno 180 CFU

Percorsi abilitanti 60 CFU, 30 CFU e 36 CFU

Tra le competenze richieste ai partecipanti ai percorsi abilitanti 60 CFU Unimi, vi sono numerosi aspetti fondamentali. È di vitale importanza che questi individui siano ben informati sulle diverse opzioni disponibili.

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha chiaramente delineato le strade da percorrere in base alle circostanze specifiche

Di conseguenza, il nuovo processo di selezione dei docenti si articola in varie modalità, ognuna con criteri specifici:

  • 60 CFU. Questa è la principale via per ottenere l’abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria ed è resa obbligatoria a partire dal 1° gennaio 2025;
  • 30 CFU. Per coloro che già possiedono un’abilitazione all’insegnamento o una specializzazione in un’altra classe di concorso;
  • 30 CFU (fase transitoria). Questo è destinato a coloro che hanno almeno 3 anni di servizio presso istituti italiani paritari o statali. Di questi 3 anni, almeno 1 deve essere stato trascorso nella specifica classe di concorso;
  • 30 CFU (fase transitoria per neolaureati). Un’opzione transitoria per i neolaureati che non hanno acquisito i necessari 24 CFU entro il 31 ottobre 2022. Dopo aver completato il corso iniziale, questi candidati potranno partecipare al concorso nazionale fino al 31 dicembre 2024;
  • 36 CFU. Rivolto a coloro che hanno un titolo di accesso unitariamente ai 24 CFU richiesti.

Le competenze

Una delle domande di massima importanza riguarda le competenze richieste da numerosi aspiranti. Quando si considera il contesto dei percorsi abilitanti 60 CFU Unimi, diventa essenziale che questi individui migliorino le loro abilità.

In questa prospettiva, l’interazione con il Ministero dell’Istruzione e del Merito è imprescindibile. Tale coinvolgimento si manifesta attraverso l’attuazione di normative specifiche adottate per l’occasione.

In particolare, il Decreto-Legge n. 36, datato 30 aprile 2022, ritiene inequivocabilmente che i partecipanti devono espandere il loro bagaglio di conoscenze.

Quest’ultime si rispecchiano ne:

  • le competenze culturali, disciplinari, pedagogiche, psicopedagogiche, didattiche e metodologiche, specie quelle dell’inclusione e della partecipazione degli studenti, rispetto ai nuclei basilari dei saperi e ai traguardi di competenza fissati per gli studenti;
  • le competenze proprie della professione di docente, in particolare pedagogiche, psicopedagogiche, relazionali, orientative, valutative, organizzative, didattiche e tecnologiche, integrate in modo equilibrato con i saperi disciplinari nonché con le competenze giuridiche, in specie relative alla legislazione scolastica;
  • la capacità di progettare, anche tramite attività di programmazione di gruppo e tutoraggio tra pari, percorsi didattici flessibili e adeguati alle capacità e ai talenti degli studenti da promuovere nel contesto scolastico, in sinergia con il territorio e la comunità educante, al fine di favorire l’apprendimento critico e consapevole, l’orientamento, nonché l’acquisizione delle competenze trasversali da parte degli studenti, tenendo conto delle soggettività e dei bisogni educativi specifici di ciascuno di essi;
  • la capacità di svolgere con consapevolezza i compiti connessi con la funzione di docente e con l’organizzazione scolastica e la deontologia professionale.

I 60 CFU all’Università degli Studi di Milano

Il 4 agosto 2023, il Decreto emanato dal Presidente del Consiglio dei Ministri ha presentato importanti disposizioni. Esse riguardano la formazione iniziale e l’abilitazione dei docenti.

Coinvolgono gli insegnanti attivi nelle scuole secondarie di I e II grado, anche coloro che insegnano materie di natura tecnica e pratica. 

Inoltre, all’interno di questo quadro normativo, vengono inclusi i percorsi abilitanti 60 CFU Unimi.

Gli stessi sono stati ufficialmente riconosciuti e accreditati dall’ANVUR. In breve, l’Università degli Studi di Milano renderà pubblici gli avvisi per le iscrizioni a questi programmi.

Lo farà offrendo un canale di comunicazione dedicato attraverso una pagina web appositamente creata a questo scopo.

Tale risorsa online sarà costantemente aggiornata. Ciò al fine di fornire ai potenziali candidati tutte le informazioni più recenti provenienti dal MIM.

SCARICA il PDF del DPCM 60 CFU (Gazzetta Ufficiale n. 224 del 25 settembre 2023)

Condividi Articolo

Articoli Consigliati

Entro i mesi di novembre/dicembre del 2024, i percorsi abilitanti per docenti di scuola secondaria che termineranno sono di tre tipi
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti docenti secondaria: quando termineranno i primi?

Il PNRR, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ha previsto un secondo Concorso docenti atteso per i mesi di Novembre/Dicembre del 2024. Ne consegue che, con molta probabilità, i suddetti mesi saranno gli stessi in cui termineranno i primi percorsi abilitanti per i docenti di scuola secondaria.  Docenti abilitati con

Leggi l'Articolo
L’assegnazione provvisoria, al termine dei percorsi abilitanti, può essere richiesta dai docenti di ruolo dall’anno scolastico precedente.
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti: a chi è concessa l’assegnazione provvisoria

La Riforma Bianchi, legge n. 79 del 29 giugno 2022 (conversione in legge – con modificazioni – del decreto n. 36 del 30 aprile 2022) ha introdotto un nuovo metodo di reclutamento del personale docente: i percorsi abilitanti. Scopriremo, nel corso dell’articolo, quali sono i casi in cui è contemplata

Leggi l'Articolo
un'aspirante docente poco prima di parteciapre ad un percorso formativo
60 CFU
Giuseppe Montone

60 CFU e TFA Sostegno: domande frequenti | FAQ | 60 CFU

L’implementazione dei percorsi universitari e accademici per la formazione iniziale, necessaria per l’abilitazione degli aspiranti insegnanti di posto comune (inclusi gli insegnanti tecnico-pratici, ITP) nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, ha completamente trasformato il processo di reclutamento degli insegnanti. Il provvedimento, entrato in vigore nel 2022 continua, tuttavia,

Leggi l'Articolo
aspiranti docenti durante una lezione dei percorsi abilitanti da 36 CFU/CFA
60 CFU
Giuseppe Montone

Percorsi abilitanti 36 CFU

Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha definito i dettagli operativi per l’attivazione dei nuovi percorsi abilitanti per docenti, articolati in moduli da 60, 30 e 36 CFU/CFA. Queste misure, introdotte con la legge n. 79 del 29 giugno 2022 mirano a riformare il sistema di formazione e reclutamento degli

Leggi l'Articolo
Il DPCM 4 agosto 2023 ha fissato un tetto massimo per i costi dei percorsi abilitanti.
60 CFU
Rosalia Cimino

I costi dei percorsi abilitanti

In partenza i percorsi abilitanti per i docenti. L’attesa è terminata con la pubblicazione del Decreto numero 621, emanato dal Ministero dell’Università e della Ricerca il 22 aprile 2024, che regola l’inizio dei corsi di formazione iniziale per i futuri insegnanti. Scopriamo quali sono i costi dei percorsi abilitanti. Quanto

Leggi l'Articolo
In partenza i percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: le pagine delle Università iniziano ad essere aggiornate, nell’attesa dei relativi bandi.
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: ecco le pagine delle Università

In partenza i percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: le pagine delle Università iniziano ad essere aggiornate, nell’attesa dei relativi bandi. In merito, ricordiamo che il Presidente del Consiglio dei Ministri, con proprio decreto del 4 agosto 2023, ha definito le nuove modalità per la formazione iniziale dei docenti

Leggi l'Articolo