60 CFU logo

Le Ultime News dal Mondo Scuola

Permessi diritto studio e 60 CFU: le novità

Permessi diritto studio e 60 CFU le novità

Entro il 15 novembre, come ogni anno, scade la domanda per la richiesta dei permessi diritto studio. Ma cosa accade se i percorsi abilitanti da 60 CFU non sono ancora stati banditi? Lo scopriamo insieme.

La normativa che disciplina questa particolare tipologia di permessi si riferisce all’art.3 DPR 395/88, anche se i criteri per la fruizione del diritto allo studio per il personale della scuola sono fissati dai Contratti Integrativi Regionali (CIR).

Cosa sono e chi può richiederli?

I permessi diritto studio sono delle “concessioni temporali” attive dal 1°gennaio al 31 dicembre di ogni anno, rivolte al personale scolastico che ha, così, la possibilità di avvalersi di 150 ore di studio retribuite

Dunque, il lavoratore che ne fa richiesta ha diritto alla paga ordinaria. Possono accedere ai permessi diritto studio le seguenti tipologie di personale docente, educativo ed ATA:

  • Personale con incarico a tempo indeterminato;
  • Personale con incarico a tempo determinato fino al termine dell’anno scolastico (31/08/2024);
  • Personale con incarico a tempo determinato fino al termine dell’attività didattica (30/06/2024).

Alcuni Contratti Integrativi Regionali, poi, prevedono la possibilità di richiedere le 150 ore di studio anche da parte di supplenti brevi. In questo caso, naturalmente, le ore concesse vengono proporzionate alla durata dell’incarico e alle ore di servizio effettivamente prestate. 

Permessi di diritto allo studio e inizio percorsi abilitanti

C’è crescente attesa, nel mondo della scuola, riguardo la procedura di avviamento che concerne i percorsi abilitanti docenti

Molto probabilmente, l’inizio degli stessi è slittato a gennaio 2024, cosa che crea non poche difficoltà a chi si accinge a studiare con lo scopo di ottenere i 60 CFU

Basti ricordare, infatti, che dal 1°gennaio 2025 i 60 Crediti Formativi Universitari  rappresenteranno l’unica via di accesso per ottenere l’abilitazione all’insegnamento.

Data,quindi, l’importanza dei percorsi abilitanti docenti per tutti coloro i quali aspirano ad ottenere una cattedra, avere del tempo per prepararsi al meglio rappresenterebbe una grandissima opportunità.

Per il momento, però, non è possibile richiedere i permessi diritto studio, perché i corsi di abilitazione per docenti dovrebbero avere inizio il prossimo anno. Resta inteso che, non potendo fare l’iscrizione ad un corso, al momento inesistente, non è possibile richiedere le 150 ore annue per il diritto allo studio.

Richiesta dei permessi per il diritto allo studio aspettando i corsi?

La normativa in merito alla richiesta dei permessi diritto studio dice chiaramente che la domanda deve essere presentata entro il 15 novembre 2023 con l’indicazione della sede universitaria e della tipologia di corso. 

Indicazione impossibile da fornire se ancora non si conosce lo specifico percorso abilitante da frequentare. In realtà, l’Ufficio scolastico regionale per il Piemonte ha aperto un barlume di speranza, dando la possibilità di compilare la domanda avvalendosi della voce “Istanza con Riserva”.

Permangono, comunque, molti dubbi sulla fattibilità della richiesta delle 150 ore di studio retribuito senza l’inizio di un corso.

L’auspicio è che i diversi Uffici Scolastici Regionali, al fine di agevolare le numerose richieste dei docenti interessati, possano posticipare la scadenza della domanda per richiederli.

Condividi Articolo

Articoli Consigliati

Entro i mesi di novembre/dicembre del 2024, i percorsi abilitanti per docenti di scuola secondaria che termineranno sono di tre tipi
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti docenti secondaria: quando termineranno i primi?

Il PNRR, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ha previsto un secondo Concorso docenti atteso per i mesi di Novembre/Dicembre del 2024. Ne consegue che, con molta probabilità, i suddetti mesi saranno gli stessi in cui termineranno i primi percorsi abilitanti per i docenti di scuola secondaria.  Docenti abilitati con

Leggi l'Articolo
L’assegnazione provvisoria, al termine dei percorsi abilitanti, può essere richiesta dai docenti di ruolo dall’anno scolastico precedente.
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti: a chi è concessa l’assegnazione provvisoria

La Riforma Bianchi, legge n. 79 del 29 giugno 2022 (conversione in legge – con modificazioni – del decreto n. 36 del 30 aprile 2022) ha introdotto un nuovo metodo di reclutamento del personale docente: i percorsi abilitanti. Scopriremo, nel corso dell’articolo, quali sono i casi in cui è contemplata

Leggi l'Articolo
un'aspirante docente poco prima di parteciapre ad un percorso formativo
60 CFU
Giuseppe Montone

60 CFU e TFA Sostegno: domande frequenti | FAQ | 60 CFU

L’implementazione dei percorsi universitari e accademici per la formazione iniziale, necessaria per l’abilitazione degli aspiranti insegnanti di posto comune (inclusi gli insegnanti tecnico-pratici, ITP) nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, ha completamente trasformato il processo di reclutamento degli insegnanti. Il provvedimento, entrato in vigore nel 2022 continua, tuttavia,

Leggi l'Articolo
aspiranti docenti durante una lezione dei percorsi abilitanti da 36 CFU/CFA
60 CFU
Giuseppe Montone

Percorsi abilitanti 36 CFU

Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha definito i dettagli operativi per l’attivazione dei nuovi percorsi abilitanti per docenti, articolati in moduli da 60, 30 e 36 CFU/CFA. Queste misure, introdotte con la legge n. 79 del 29 giugno 2022 mirano a riformare il sistema di formazione e reclutamento degli

Leggi l'Articolo
Il DPCM 4 agosto 2023 ha fissato un tetto massimo per i costi dei percorsi abilitanti.
60 CFU
Rosalia Cimino

I costi dei percorsi abilitanti

In partenza i percorsi abilitanti per i docenti. L’attesa è terminata con la pubblicazione del Decreto numero 621, emanato dal Ministero dell’Università e della Ricerca il 22 aprile 2024, che regola l’inizio dei corsi di formazione iniziale per i futuri insegnanti. Scopriamo quali sono i costi dei percorsi abilitanti. Quanto

Leggi l'Articolo
In partenza i percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: le pagine delle Università iniziano ad essere aggiornate, nell’attesa dei relativi bandi.
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: ecco le pagine delle Università

In partenza i percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU: le pagine delle Università iniziano ad essere aggiornate, nell’attesa dei relativi bandi. In merito, ricordiamo che il Presidente del Consiglio dei Ministri, con proprio decreto del 4 agosto 2023, ha definito le nuove modalità per la formazione iniziale dei docenti

Leggi l'Articolo