60 CFU logo

Le Ultime News dal Mondo Scuola

Ecco i percorsi abilitanti 60 CFU Uniurb

percorsi abilitanti 60 CFU Uniurb

L’importanza della formazione degli insegnanti è indiscutibile. Un segno concreto di ciò si manifesta attraverso i percorsi abilitanti 60 CFU Uniurb.

Essi hanno un obiettivo chiaramente definito. Si tratta di preparare coloro che aspirano a diventare insegnanti delle scuole superiori di I e II grado.

Questa preparazione è dettagliatamente delineata nel DPCM 60 CFU. Tale documento assume un’importanza cruciale poiché sta guidando una vera e propria trasformazione nel settore dell’istruzione. 

Di conseguenza, i concorrenti dovrebbero prendere seriamente in considerazione l’iscrizione a questi programmi da 60 CFU.

Nondimeno, dovrebbero esaminare attentamente le Linee Guida ANVUR. Tali direttive si concentrano sull’accreditamento iniziale dei programmi formativi abilitanti, con particolare riguardo agli anni accademici 2023-2024 e 2024-2025.

Le attività formative

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito sta attivamente promuovendo una rilevante riforma nel processo di selezione dei docenti. Lo scopo è di introdurre un nuovo modello di reclutamento.

Inoltre, l’ente ministeriale è incaricato dell’attuazione di vari programmi formativi, tra cui i percorsi abilitanti 60 CFU Uniurb.

Queste iniziative sono state concepite con l’intento di fornire ai futuri insegnanti una chiara prospettiva sulle sfide e responsabilità che li attendono.

Per ulteriori dettagli, i potenziali candidati possono fare riferimento al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 agosto 2023. Qui vengono esplicitate le diverse attività formative.

Attività formativeCFU/CFA
Discipline di area pedagogica10
Tirocinio diretto e indiretto20
Formazione inclusiva delle persone con BES3
Disciplina di area linguistico-digitale3
Disciplina psico-socio-antropologiche4
Metodologie didattiche: introduzione ai modelli di mediazione didattica per la secondaria2
Didattiche delle discipline e metodologie delle discipline di riferimento (delle classi di concorso)16
Discipline relative all’acquisizione di competenze nell’ambito della legislazione scolastica2

A quando l’attivazione dei percorsi abilitanti 60 CFU Uniurb?

A partire dal primo giorno del 2025, vi sarà una rivoluzione epocale nei requisiti per ottenere i percorsi abilitanti 60 CFU Uniurb. Tale riforma comporterà un coinvolgimento profondo da parte degli studenti.

Gli stessi si troveranno ad affrontare un iter formativo di dimensioni notevoli, comprensivo di un totale di 60 CFU da conquistare.

La pietra miliare di questo cambiamento sarà la necessità di superare un esame scritto, associato all’obbligo di partecipare a una simulazione di lezione.

L’esame scritto metterà alla prova la capacità di analizzare criticamente l’esperienza pratica acquisita durante il loro periodo di tirocinio scolastico.

Requisiti di accesso 60 CFU

Un elemento fondamentale da tenere in considerazione in relazione ai corsi abilitanti 60 CFU Uniurb riguarda le modalità di accesso. Tuttavia, è importante sottolineare che non esiste un criterio universale che si applica a tutti i partecipanti.

Invece, i requisiti di ammissione variano in base alle specifiche circostanze individuali dei candidati. Al fine di ottenere una comprensione completa di questa domanda, è opportuno fare riferimento alla seguente tabella esplicativa.

Percorso CFUDestinatariRequisiti
60 CFULaureati
60 CFUITPDiploma fino al 31 dicembre 2024. Dal 1° gennaio 2025: laurea
60 CFUStudenti in corsi di studio per insegnantiAcquisizione di almeno 180 CFU

Quali sono le differenze tra 60 CFU, 30 CFU e 36 CFU?

I percorsi abilitanti 60 CFU Uniurb presentano un’ampia gamma di opzioni, mirando a soddisfare le esigenze specifiche di ciascun candidato.

Tuttavia, ciascun percorso è unico, plasmato in base alle peculiarità di chi lo intraprende. Ecco un’analisi delle diverse alternative disponibili per coloro che aspirano a diventare docenti:

  • 60 CFU. Questo è un requisito fondamentale per ottenere l’abilitazione all’insegnamento ed è obbligatorio a partire dal 1° gennaio 2025;
  • 30 CFU per docenti già abilitati o specializzati in una diversa classe di concorso. Questo percorso offre loro l’opportunità di acquisire i crediti necessari per il prosieguo della loro carriera;
  • 30 CFU riservato a coloro che vantano almeno 3 anni di servizio nelle scuole paritarie o statali, con almeno 1 anno di esperienza nella specifica classe di concorso;
  • 30 CFU per i neo-laureati che non hanno raggiunto i 24 CFU entro il 31 ottobre 2022. Una volta completato il corso iniziale, potranno partecipare al concorso nazionale fino al 31 dicembre 2024;
  • 36 CFU aperto a coloro che già possiedono un titolo di accesso e hanno soddisfatto i requisiti di 24 CFU. Questo percorso offre loro l’opportunità di acquisire i crediti supplementari necessari per la loro formazione.

In arrivo i percorsi abilitanti 60 CFU Uniurb

L’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” si impegna attivamente nella semplificazione dell’attuazione dei percorsi abilitanti 60 CFU Uniurb. 

Allo stesso tempo, è in attesa di ricevere ulteriori direttive e orientamenti dal Ministero dell’Istruzione e del Merito.

In aggiunta a questo impegno, è stata sviluppata una risorsa online appositamente dedicata agli aspiranti insegnanti della scuola secondaria.

Tale sito web svolge un ruolo fondamentale come strumento informativo per guidare i futuri insegnanti attraverso il processo richiesto.

Per esempio, fornisce dettagli sui costi associati a tali percorsi. Un massimo di 2.500 euro per i corsi da 60 CFU e un massimo di 2.000 euro per quelli da 36 e 30 CFU.

SCARICA il PDF del DPCM 60 CFU (Gazzetta Ufficiale n. 224 del 25 settembre 2023)

Condividi Articolo

Articoli Consigliati

aspiranti docenti sorridono durante percorsi abilitanti
60 CFU
Giuseppe Montone

I corsi e i posti disponibili dei percorsi universitari abilitanti (SCARICA PDF)

In attesa della definitiva pubblicazione dei due importanti decreti ministeriali relativi alla definizione delle quote di riserva e all’emanazione delle autorizzazioni necessarie per l’inizio dei nuovi percorsi universitari abilitanti sulla base dell’effettiva sostenibilità, già al centro di un’informativa tra le organizzazioni sindacali e i Ministeri dell’Istruzione e del Merito (MIM)

Leggi l'Articolo
in merito ai percorsi abilitanti da 30 CFU, viene da chiedersi se i 5 giorni di permesso per formazione potranno essere richiesti al fine di partecipare al corso di abilitazione.
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi 30 CFU: Concessi i 5 Giorni di Permesso per Formazione

La Riforma della formazione iniziale per docenti e continua e del reclutamento dei docenti ha introdotto la novità dei percorsi universitari e accademici di formazione iniziale abilitante.  I primi a partire saranno quelli da 30 CFU rivolti ai docenti già abilitati su una classe di concorso o su un altro

Leggi l'Articolo
aspiranti docenti seguono una lezione dei percorsi abilitanti
60 CFU
Giuseppe Montone

Chi ha i 24 CFU deve fare i 60? Ecco cosa sapere

Fino al 31 ottobre 2022 era possibile acquisire i 24 CFU per l’insegnamento, che resteranno validi fino al 31 dicembre 2024 per l’accesso ai concorsi a cattedra, ma a partire dal 1° gennaio 2025 per candidarsi ai concorsi per docenti sarà indispensabile disporre dell’abilitazione all’insegnamento, ottenibile tramite i percorsi abilitanti

Leggi l'Articolo
docente in classe mentre spuega la lezione alla lavagna
60 CFU
Giuseppe Montone

Seconda abilitazione docenti di ruolo: i percorsi da 30 CFU

Con l’adozione della Riforma della formazione iniziale e continua e del reclutamento dei docenti, sancita dalla Legge di conversione n. 79 del 29 giugno 2022 che modifica il decreto n. 36 del 30 aprile 2022, sono stati istituiti nuovi percorsi formativi per conseguire l’abilitazione all’insegnamento, tra cui i percorsi da

Leggi l'Articolo
docente spiega la lezione agli alunni
60 CFU
Giuseppe Montone

Guida all’abilitazione all’insegnamento

L’abilitazione all’insegnamento rappresenta un passaggio fondamentale per aspirare alla carriera docente, essendo un prerequisito sia per l’ingresso nella professione che per la successiva stabilizzazione del rapporto di lavoro. Questo processo acquisisce importanza in un contesto educativo in continua evoluzione, dove si richiede una formazione specifica e approfondita. La recente Riforma

Leggi l'Articolo