60 CFU logo

Le Ultime News dal Mondo Scuola

Percorsi abilitanti e Concorso straordinario ter per gli ITP con 24 CFU

Percorsi abilitanti e Concorso straordinario ter per gli ITP con 24 CFU

Percorsi abilitanti e Concorso straordinario ter per gli ITP con 24 CFU? É una delle domande più frequenti degli aspiranti docenti. Cerchiamo, quindi, di fare chiarezza.  

Gli Insegnanti tecnico-pratici (ITP) che hanno conseguito i 24 CFU entro il termine del 31 ottobre 2022 possono iscriversi ai percorsi formativi abilitanti e al Concorso Straordinario ter del 2023.

Attualmente, la regolamentazione in vigore consente agli ITP di candidarsi per le posizioni concorsuali anche senza la necessità di essere in possesso dei 24 CFU. Potendo partecipare sulla base del solo diploma tecnico-professionale fino al 31 dicembre 2024. Con il sopraggiungere del 1° gennaio 2025, il requisito richiesto sarà, invece, una laurea triennale.

Tale situazione non incide sulla possibilità degli ITP di partecipare ai percorsi abilitanti da 60 CFU previsti dalla nuova Riforma della formazione iniziale e continua e del reclutamento dei docenti.

Concorso straordinario ter per gli ITP con 24 CFU

Il bando del Concorso Straordinario ter dovrebbe essere pubblicato entro fine novembre. E la partecipazione a questo processo selettivo, che inaugura la fase transitoria della cosiddetta Riforma Bianchi, sarà condizionata dalla soddisfazione di specifici requisiti:

  • 3 anni di servizio (di cui uno specifico nella classe di concorso per cui ci si candida) negli ultimi 5 anni presso le scuole statali;
  • oppure 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre 2022.

Ai candidati, tuttavia, sarà richiesto anche il possesso di uno dei seguenti titoli:

  1. Scuola dell’Infanzia e Primaria:
  • laurea abilitante in Scienze della formazione primaria;
  • diploma di abilitazione magistrale o diploma sperimentale a indirizzo linguistico (conseguito entro il 2001/2002).
  • titolo di specializzazione sul sostegno.

  1. Scuola Secondaria di primo e secondo grado:
  • laurea di accesso alla classe di concorso;
  • oppure il titolo di specializzazione (anche con riserva in attesa di riconoscimento) per i posti di sostegno. 

Come già osservato, per quanto riguarda i docenti ITP, fino al 31 dicembre 2024 non sarà necessario il conseguimento dei 24 CFU per l’accesso ai concorsi scuola. La qualifica richiesta rimarrà il diploma tecnico-professionale, conformemente a quanto delineato dalla tabella B del DPR 19/2016. Sia per il Concorso straordinario ter sia per il concorso ordinario programmato per il 2024.

Secondo l’articolo 22, comma 2, del decreto legislativo n. 59 del 13 aprile 2017, dopo la data del 31 dicembre 2024, per partecipare ai concorsi sarà indispensabile il possesso di una laurea triennale. Oltre all’abilitazione all’insegnamento per la classe di concorso desiderata.

Percorsi abilitanti per gli ITP con 24 CFU

Gli Insegnanti tecnico-pratici (ITP) che abbiano acquisito 24 CFU entro il 31 ottobre 2022 e risultino vincitori al Concorso Straordinario ter 2023 o al Concorso ordinario 2024, verranno inquadrati con un contratto a tempo determinato. Durante il primo anno di servizio, sarà loro richiesto di completare i crediti formativi mancanti attraverso un Percorso abilitante da 36 CFU.

I percorsi formativi menzionati, istituiti dalla cosiddetta Riforma Bianchi, sono regolamentati dal DPCM 60 CFU e si prevede il loro avvio non oltre gennaio 2024.

Per gli ITP che avessero già totalizzato 24 CFU alla data del 31 ottobre 2024, è prevista la possibilità di riconoscimento di tali crediti, secondo quanto stabilito dall’articolo 8 del decreto in questione. A condizione che almeno 10 di questi CFU/CFA derivino da tirocinio diretto.

Anche coloro che non partecipassero ai concorsi a cattedra, potranno procedere a completare i crediti formativi richiesti frequentando il citato percorso abilitante di 36 CFU.

Condividi Articolo

Articoli Consigliati

aspiranti docenti sorridono durante percorsi abilitanti
60 CFU
Giuseppe Montone

I corsi e i posti disponibili dei percorsi universitari abilitanti (SCARICA PDF)

In attesa della definitiva pubblicazione dei due importanti decreti ministeriali relativi alla definizione delle quote di riserva e all’emanazione delle autorizzazioni necessarie per l’inizio dei nuovi percorsi universitari abilitanti sulla base dell’effettiva sostenibilità, già al centro di un’informativa tra le organizzazioni sindacali e i Ministeri dell’Istruzione e del Merito (MIM)

Leggi l'Articolo
in merito ai percorsi abilitanti da 30 CFU, viene da chiedersi se i 5 giorni di permesso per formazione potranno essere richiesti al fine di partecipare al corso di abilitazione.
60 CFU
Rosalia Cimino

Percorsi 30 CFU: Concessi i 5 Giorni di Permesso per Formazione

La Riforma della formazione iniziale per docenti e continua e del reclutamento dei docenti ha introdotto la novità dei percorsi universitari e accademici di formazione iniziale abilitante.  I primi a partire saranno quelli da 30 CFU rivolti ai docenti già abilitati su una classe di concorso o su un altro

Leggi l'Articolo
aspiranti docenti seguono una lezione dei percorsi abilitanti
60 CFU
Giuseppe Montone

Chi ha i 24 CFU deve fare i 60? Ecco cosa sapere

Fino al 31 ottobre 2022 era possibile acquisire i 24 CFU per l’insegnamento, che resteranno validi fino al 31 dicembre 2024 per l’accesso ai concorsi a cattedra, ma a partire dal 1° gennaio 2025 per candidarsi ai concorsi per docenti sarà indispensabile disporre dell’abilitazione all’insegnamento, ottenibile tramite i percorsi abilitanti

Leggi l'Articolo
docente in classe mentre spuega la lezione alla lavagna
60 CFU
Giuseppe Montone

Seconda abilitazione docenti di ruolo: i percorsi da 30 CFU

Con l’adozione della Riforma della formazione iniziale e continua e del reclutamento dei docenti, sancita dalla Legge di conversione n. 79 del 29 giugno 2022 che modifica il decreto n. 36 del 30 aprile 2022, sono stati istituiti nuovi percorsi formativi per conseguire l’abilitazione all’insegnamento, tra cui i percorsi da

Leggi l'Articolo
docente spiega la lezione agli alunni
60 CFU
Giuseppe Montone

Guida all’abilitazione all’insegnamento

L’abilitazione all’insegnamento rappresenta un passaggio fondamentale per aspirare alla carriera docente, essendo un prerequisito sia per l’ingresso nella professione che per la successiva stabilizzazione del rapporto di lavoro. Questo processo acquisisce importanza in un contesto educativo in continua evoluzione, dove si richiede una formazione specifica e approfondita. La recente Riforma

Leggi l'Articolo